Dial4light. E i lampioni si accendono col cellulare

Dial4light-lampioni-cellulare-1

Dire domotica oggi in Italia, è come dire futuro. Impostiamo dall’ufficio l’accensione del forno per la cena e quella dei riscaldamenti per trovare la casa alla temperatura ottimale, comunichiamo ad un computer di abbassare le tapparelle ed innaffiare il giardino. Una vita all’insegna del comfort e del risparmio energetico
allo stesso tempo. Una casa computerizzata in modo intelligente ci fa risparmiare preziosa energia.

I principi della domotica si applicano anche alla pubblica illuminazione. In Germania ci sono dei piccoli paesi in cui nelle zone meno trafficate, l’illuminazione pubblica viene spenta alle 21.00. Si tratta dei paesini di Rahden, Lemgo e Dorentrup i cui abitanti possono decidere l’accensione dei lampioni al loro passaggio. Dopo essersi registrati sull’apposito sito, i cittadini, per illuminare le strade che percorrono, devono digitare sul proprio cellulare il numero corrispondente al palo della luce che vogliono accendere et voilà, luce fu... per 15 minuti, dopodiché le luci si spengono di nuovo. Conoscendo anticipatamente l’orario del ritorno a casa dal lavoro o l’orario del jogging, si può prenotare il servizio. In questo modo saremo sicuri di trovare le luci accese al nostro passaggio.

Nonostante i risparmi economici del 25% ed i conseguenti risparmi in termini ambientali, il servizio dal nome Dial4Light, non può non suscitare critiche. Che fare se si dimentica il cellulare a casa? E chi non è del paese si sposta al buio per le strade dopo le 21?

Generico

Visita il sito di Dial4light
















Antonia Guerra

Antonia Guerra Ingegnere Edile ed Architetto

Architettura Ecosostenibile, che ha fondato durante gli anni universitari, è il suo piccolo gioiello. A Londra, dove vive, progetta case per ricchi signori londinesi. Nel tempo libero si aggira in bicicletta tra i grattacieli della City, organizza pic-nic e si dedica alla pittura ad acquerello.