Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie. Consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. OK

Design in corten: tu progetti e Track Design realizza

Divano in acciaio corten Lila

Un’officina pugliese specializzata nella lavorazione del corten apre le porte ai designer e al mondo e-commerce, trasformandosi nel collettivo Track design. Il loro motto suona così: “Tu progetta e noi realizziamo!”

Un team di tecnici seleziona le migliori creazioni da prototipare e vendere online. Gli arredi e accessori più creativi prendono così vita, perfezionati in officina e pubblicati sulla piattaforma Track Design, ricevendo visibilità dal sito e da esposizioni. I progettisti ricevono una percentuale sulle vendite, mentre l’azienda propone sempre nuovi arredi per i clienti storici e per avvicinarne di nuovi, sostenitori del Made in Italy e della produzione interamente locale.

 Lila, sedia in corten Lila, sedia in corten

L’idea di un incubatore di talenti, nel territorio pugliese, ricco di attività promosse dalle politiche locali e dall’intraprendenza di giovani, nasce dall’amore per il corten e dalla volontà di un’officina storica di ritagliarsi uno spazio sul mercato nazionale ed internazionale. Track design non è solo un negozio online, ma un sostegno concreto al saper fare di progettisti, spesso demotivati a trasformare i propri disegni in oggetti reali. L’azienda, inoltre, incontra le esigenze dei clienti alla ricerca di nuove tendenze e di prodotti di alta qualità a prezzi competitivi. Il team fornisce, se richiesta, una consulenza progettuale per interior e exterior design, ed è pronta alla produzione di mobili e accessori ad hoc.

La maggior parte dei designer ha risposto alla chiamata con tavolini, panche e vasi tutti rigorosamente in corten, essenziali nelle linee ma con impronta personale. I progetti sfruttano le caratteristiche del materiale, resistente, caldo e dalla possibilità di traforarlo, piegarlo e modellarlo. Gli arredi, adatti sia per ambienti esterni che per interni, presentano tagli sottili e pattern geometrici, in combinazione con tavolati in legno, pouf sagomati e marmette pugliesi.

 Lila, pouf in corten Lila, pouf in corten

 Mikado, divano in corten Mikado, divano in corten

 Coltivable, tavolo in corten Coltivable, tavolo in corten

La sostenibilità della produzione, il valore delle relazioni umane e l’ampia collezione di arredi e accessori, hanno portato in poco tempo ad un bilancio positivo. In una breve intervista con Alessandra Savio, Art director di TrackDesign scopriamo i retroscena e alcune curiosità, i successi e le prospettive future.

 

Elisa Stellacci: TrackDesign raccoglie in sé l’idea di produzione e la vendita di mobili in corten. Come nasce l’idea e perché un’officina di corten si è trasformata in un “incubatore di talenti”?

Alessandra Savio: TrackDesign nasce dall'amore per questo tipo di acciaio. La materia prima è il punto di partenza, poi le modalità attraverso le quali lavorarla e trasformarla. L’idea è nata dall’incubatore Track Project, un centro di ricerca e uno spazio dove vengono condivise risorse e competenze che danno vita a nuovi sistemi produttivi sostenibili e consapevoli. L'officina, attiva da anni nella produzione di carpenteria a servizio dei clienti, si è rinnovata con attenzione all'ambito del design. Annettere talenti esterni coniuga la volontà di mettere a favore della creatività il nostro know-how e lo sviluppo di un business Made in Italy. Crediamo nel valore delle idee e selezioniamo le più audaci per trasformarle in realtà. La partnership strategica tra competenze tecniche e creatività tesse una rete di esperienze collegate e complementari per offrire ai clienti un ricco catalogo online di prodotti in corten.

E.S. Esiste uno scollamento, per fortuna e per disgrazia, tra le idee e gli oggetti realizzati in laboratorio, i costi contenuti e le norme da dover rispettare. Quali i criteri di selezione dei progetti?

A.S. Selezioniamo i progetti che raccontano le peculiarità di questo poliedrico materiale e che coniugano le sue caratteristiche tecniche con la sua estetica. È vero, l'idea è quasi sempre revisionata e poi trasformata in officina. La prototipazione di un oggetto è la fase in cui avviene questo scollamento. Nella fase di selezione però siamo attenti a non penalizzare le idee più audaci per non cadere in scelte "facili" guidate prevalentemente da uno studio di fattibilità. Il design si innova così come si innovano i sistemi e le tecniche di produzione che devono rispettare nuovi paradigmi progettuali. Il momento del fare in officina TrackDesign  è preceduto da uno studio del prodotto eseguito da un team di professionisti, tra ingegneri e designer, che già affrontano certe problematiche per la realizzazione dell'oggetto. Se un lavoro proposto ci emoziona, la scelta è obbligata. Entra nel catalogo degli arredi TrackDesign. Credo sia importante emozionare, soprattutto quando si parla di acciaio. Non è semplice, ma cerco di "familiarizzare" con un materiale apparentemente freddo e contestualizzarlo anche agli ambienti dell'home design. Nell'immaginario un divano rimanda a concetti di morbidezza, calore, comodità e convenzionalmente non si associa un divano in corten a questi concetti. La sfida è anche questa. Noi ci impegniamo a vincerla.

E.S. L’eccellenza del design made in Italy e artigianale si scontra con un mercato internazionale competitivo, spesso sleale e poco sostenibile. Esiste ancora un margine di guadagno, di passione e motivazione per lavorare e produrre in Italia?

A.S. TrackDesign è un progetto giovane che si sta sviluppando nel presente mercato italiano. La passione è una componente imprescindibile per muovere la grossa macchina che si attiva per la buona riuscita di un business. Credere nei giovani talenti significa anche incentivare l'amore per questo lavoro e trasmettere un messaggio di positività. Il Made in Italy è una risorsa. Puntiamo sul "saper fare" e sulla qualità. Avere un'officina "a portata di progetto" ci rende sicuri e risolutivi. Abbiamo inaugurato un e-commerce di oggetti esclusivi a prezzi competitivi per rendere accessibile il design anche a un target giovane sempre aggiornato sulle ultime tendenze dell'arredamento. L'obiettivo è sfruttare l'altro lato della medaglia del commercio digitale che abbatte ogni barriera geografica dando la possibilità di migrare e conquistare altri mercati.

E.S. Quali le prospettive future e i nuovi progetti in “officina”?

A.S. Le nostre prospettive future sono concentrate tutte nel presente. Lavoriamo con entusiasmo quotidianamente motivati dai consensi che dall'inizio del 2017, anno di lancio del progetto, abbiamo raccolto. I nostri clienti, privati, strutture ricettive di lusso, aziende e professionisti del settore, contribuiscono alla costruzione delle nostre prospettive. Continuamente facciamo ricerca, sviluppiamo nuove tecnologie per ottimizzare le fasi di produzione, testiamo nuove finiture del materiale. In officina siamo impegnati nella prototipazione di nuovi oggetti e la realizzazione di una collezione outdoor per una delle masserie più belle di Puglia. All'orizzonte c'è il Salone del Mobile 2018. Stiamo lavorando per stupirvi.

e-max.it: your social media marketing partner
Elisa Stellacci

Elisa Stellacci Architetto

Di origine barese e studi ferraresi, si occupa di architettura e grafica a Berlino. Lavora in uno studio di paesaggio, adora le ombre, concertini indie-rock e illustrazioni per bimbi. Volubile e curiosa, si perde nei dettagli e divide non equamente il tempo tra lavoro, amici e passioni.