• scritto da Andrea Di Gaetano
  • categoria Progetti

Taiwan Tower: una nuova tipologia di torre. Modello per la green architecture?

Taiwan-tower-green-architecture-a

Il bando per la futura Taiwan Tower aveva l’obiettivo di individuare una nuova tipologia di torre, la cui progettazione si basasse su criteri di bioedilizia ed efficienza energetica. In tal senso il progetto vincitore, proposto dallo studio di architettura Sou Fujimoto, ha centrato in pieno l’obiettivo, evitando di cimentarsi con soluzioni estetiche piuttosto che tipologiche, e realizzando un’idea tanto azzardata quanto innovativa.

Sono gli stessi progettisti infatti, a chiamare il loro progetto 21st Century Oasis e a ribattezzarlo come “il modello per la Green Architecture della nuova generazione”.

“La Torre Eiffel ha segnato la nuova era ed è diventata la celebre Torre che ha rappresentato un’epoca all’interno del centro culturale del ventesimo secolo, Parigi. Dopo che la Torre Eiffel è stata concepita, in tutto il mondo nuove versioni della stessa hanno iniziato una competizione per chi la realizzasse più alta. La Torre che noi proponiamo rappresenta il modello per il ventunesimo secolo”, raccontano i progettisti, che continuano: “Crediamo che la Taiwan Tower possa intraprendere il ruolo che la Torre Eiffel ha assunto per il ventesimo secolo e oltre. Questa è una tipologia di torre che non è mai esistita finora”.

Taiwan-tower-green-architecture-c

L’elemento più caratterizzante dell’intero progetto è il telaio strutturale che si ispira all’albero di Banyan taiwanese, il quale non sarebbe nulla di nuovo se non reggesse un tetto giardino sospeso a 300 metri sopra il livello del suolo. Un’oasi galleggiante nel cielo della città che fluttua su una foresta di pilastri pensata per rappresentare tutti i fenomeni naturali grazie ad un gioco di luci che permetteranno ad ognuno di noi di sentirsi in contatto con lo “spirito della vita”.

Immagini | Akichiatlas.com