Rome Community Ring: un progetto per i 15 forti della Capitale

Forte Portuense è uno dei 15 forti di Roma edificati a fine ‘800 a difesa del territorio circostante la capitale. Come 8 delle 15 costruzioni militari, prende il nome dalla strada che doveva difendere. Scarsamente utilizzati per via dell’eccessiva vicinanza alla città e per la diffusione di sistemi balistici a lunga gittata che li avrebbero scavalcati con facilità, i forti, solo dopo una trentina di anni dopo la loro realizzazione, furono radiati dal novero di fortificazioni dello Stato e destinati a caserme e depositi.

Dopo anni di abbandono, Forte Portuense, uno dei tesori nascosti di Roma, apre al mondo dei progettisti per diventare il primo elemento di un anello di strutture d’avanguardia, deputate a cultura, benessere ed intrattenimento.

rome-community-ring-b

rome-community-ring-c

I progettisti sono chiamati ad immaginare la trasformazione del forte non solo come centro isolato di servizi locali, ma anche e soprattutto come primo di una serie di interventi sui 15 forti della capitale. L’idea infatti è quella di coinvolgere l’intero sistema difensivo della Roma dell’800 nel progetto “community ring”: un anello di strutture sportive, per il benessere, da dedicare ad attività culturali e per il turismo. Un progetto che da un forte all’altro abbraccia la città, e a 360 gradi, come il suo sviluppo in pianta, coinvolge la vita dei cittadini romani e dei turisti.

E’ Young architects competitions (YAC) a lanciare la sfida. Il concorso è promosso dall’Amministrazione della città di Roma con la collaborazione dell’Università La Sapienza e Progetto Forti. Il lancio ufficiale del concorso, che mette in palio 15 mila euro, è previsto per il 13 Ottobre.