Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie. Consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. OK
  • scritto da Caterina Debidda
  • categoria In Europa

Madrid: lo spazio pubblico è laboratorio urbano per produrre energia

Il laboratorio urbano che produce energia in uno spazio pubblico di Madrid

Nel quartiere Malasaña di Madrid arriva TANDEM, un laboratorio didattico che rende lo spazio pubblico per la gestione dell'energia, completamente autosufficiente ed interattivo che porta i cittadini a riappropriarsi degli spazi della comunità ed educa ad un uso consapevole delle fonti energetiche.

“Progettare architettura vuole anche dire disegnare un posto dove, al tramonto, due amici seduti per terra si raccontano, adagio, le storie della loro vita.”

Ettore Sottsass in “Foto dal finestrino”

Lo spazio pubblico inclusivo inteso come condivisione, luogo comune dove poter incontrarsi è uno dei temi principali odierni, assai caro agli architetti e urbanisti, proprio perché ne sentiamo la mancanza. Numerosi architetti, urbanisti, designer cercano, attraverso progetti di grandissima qualità, di migliorare la qualità della vita urbana strizzando l’occhio alla sostenibilità e all’autosufficienza energetica.

Il progetto Tandem è un laboratorio urbano per lo spazio pubblico di Madrid

In Spagna, paese dalla grande cultura in ambito architettonico e fucina, soprattutto negli ultimi anni, di bravi e giovani architetti, sono molti i progetti che affrontano il tema dello spazio pubblico. Come ad esempio, a Madrid, in cui l'amministrazione locale si è chiesta cosa accadrebbe se gli spazi pubblici potessero diventare autosufficienti in termini di consumo energetico. E se lo spazio pubblico fosse un vero e proprio laboratorio urbano per la gestione dell’energia?

Così è nato TANDEM, un esperimento urbano nel quartiere di Malasaña che ha visto la collaborazione degli studi madrileni Creática ONG, ENORME Studio, PEZestudio e TXP Todo X La Praxis. Il progetto, definito da 3 piccole architetture consiste in una serie di arredi urbani per piazza Jardines del Arquitecto Ribera. Una sorta di stanza aperta con un palco, un punto informativo, tutti capaci di produrre energia grazie a panelli solari, rifornendo così l'intero complesso con 2KW/h di energia per il consumo quotidiano.

La struttura di Tandem produce energia e diventa laboratorio interattivo

La struttura ha inoltre un carattere interattivo poiché è collegata ad una Twitter Machine, @plaza_tribunal, che controlla alcune interazioni, come la possibilità di cambiare il colore dell'illuminazione artificiale della piazza, la possibilità di fare selfies con una webcam o di lasciare messaggi su uno schermo a LED. Uno schermo, che oltre a sembrare un passatempo divertente promuove una consapevolezza nei cittadini nell’uso dell’energia. Difatti l'energia prodotta qui non è destinata solamente all'uso individuale, come ricaricare i cellulari, ma ad un uso collettivo, dal cinema all'aperto all'illuminazione per concerti e altre attività condivise.

TANDEM è quindi anche un laboratorio didattico: educa i cittadini ad un uso consapevole dell’energia rendendo accessibile lo spazio pubblico a molte iniziative comunitarie. Un nuovo modo di cogestione fatto dalla comunità e per la comunità.