Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie. Consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. OK

La casa ecosostenibile in campagna dotata di kit di autocostruzione

L’architettura è nel prato” questa la traduzione del nome dell’abitazione progettata da Claas Architectes, situata nella campagna di Les Lucs-sur-Boulogne, un paesino della Francia, nella regione dei Paesi della Loira. L'Architecture est dans le Pré, questo il titolo originale dell’abitazione, è candidata alla terza edizione del premio “archicontemporaine” organizzato dalla rete Maisons de l’Architecture, un evento organizzato a Tolosa per promuovere e diffondere l’architettura francese.
Realizzata dall’architetto Boris Nauleau su richiesta del fratello, la casa è stata concepita come un kit di autocostruzione, come dialogo tra le tecniche costruttive agricole e le esigenze economiche.

In copertina: foto di Myriam Héaulmé.

 foto di Myriam Héaulmé. foto di Myriam Héaulmé.

 foto di Myriam Héaulmé. foto di Myriam Héaulmé.

Il kit di autocostruzione della casa ecosostenibile

Il concept alla base della casa ecosostenibile in campagna è stato quello di creare un kit di autocostruzione dell’involucro esterno, che consentisse di ridurre la durata dei lavori e garantire allo stesso tempo ottimi risultati.

 foto da www.prix-architecture-vendee.fr foto da www.prix-architecture-vendee.fr

 foto di Myriam Héaulmé. foto di Myriam Héaulmé.
Il kit di autocostruzione si divide in due:
• la prima parte del kit di autocostruzione è composta da tre telai di legno (tipici balloon frames) che formano un grande volume capace di contenere un’abitazione di un piano.
• la seconda parte del kit di autocostruzione è formata da pannelli in policarbonato trasparente e lamiera grecata che ombreggiano lo spazio, permettendo comunque il passaggio della luce e la vista sulla fattoria, di proprietà del committente.
È prevista la possibilità di un ampliamento, ossia l’aggiunta di un secondo piano, senza andare a modificare l’aspetto esteriore della costruzione.
All’interno dell’involucro definito dal telaio in legno ed i pannelli trasparenti si colloca lo spazio abitativo interno: un piccolo volume riscaldato in legno prefabbricato.

 foto di Myriam Héaulmé. foto di Myriam Héaulmé.

 foto di Myriam Héaulmé. foto di Myriam Héaulmé.

 foto di Myriam Héaulmé. foto di Myriam Héaulmé.

Le soluzioni passive

L’involucro che avvolge il volume abitativo in legno interviene come uno spazio solare passivo.

casa campagna kit autocostruzione i

In estate, l’azione ombreggiante della falda di copertura in legno, aggettante a sud, protegge l’interno dai raggi solari. Il posizionamento delle aperture interne e esterne facilitano la ventilazione naturale e quindi il raffrescamento passivo.
In inverno invece, i raggi, con angolazione minore e quindi più bassi, riescono a penetrare all’interno riscaldando l’ambiente. Lo spazio solare in policarbonato, infatti, crea un effetto serra, capace di trattenere il calore e cederlo al volume interno durante il periodo invernale, andando a sommarsi al sistema di riscaldamento meccanico. Anche la forma compatta e regolare dell’abitazione aiuta a diminuire la dispersione di calore.

e-max.it: your social media marketing partner
Maria Laura DAlvano

Maria Laura DAlvano Architetto