La casa su tre ruote autosufficiente e trasportabile

casa-bici-cina-c

Tricycle House e Tricycle Garden sono stati realizzati in occasione della mostra di produzione creativa “Get It Louder” a Pechino, dove alcuni creativi cinesi hanno pensato ad un futuro sostenibile mettendo a punto un’abitazione pieghevole, autosufficiente e trasportabile su tre ruote partendo dall’assunto che le città sono sempre più popolate e soprattutto in paesi come la Cina, dove non esiste la proprietà privatae i terreni sono di proprietà dello stato, i costi per una casa sono spesso proibitivi per gran parte della popolazione.

La casa mobile su ruote: la Tree Trunk House che sembra una catasta di legna

TRICYCLE HOUSE

I progettisti di due studi a Pechino, People’s Industrial Design Office (PIDO) e People’s Architecture Office (PAO) hanno realizzato un modulo abitativo, una casa unifamiliare accessibile e sostenibile, pensata per essere autosufficiente nei servizi e trasportabile in modo agevole, costituita in polipropilene traslucido in modo che la luce filtri dall’esterno sia di giorno che di notte; viene montata su un carrello trainato da una bicicletta e conseguentemente può essere spostata semplicemente pedalando.

Le pareti sono flessibili, si apre verso l’esterno come una fisarmonica, ogni pezzo è stato tagliato da una macchina controllata dal computer che poi viene piegato e saldato in forma senza che perda la sua robustezza.

Al suo interno la casa è attrezzata di piano cottura, lavello, vasca da bagno, serbatoio dell’acqua, scaffalature e tutti i mobili sono trasformabili come ad esempio il tavolo da pranzo che diventa letto.

casa-bici-cina-d

TRICYCLE GARDEN

Gli stessi progettisti hanno realizzato un piccolo giardino su tre ruote con aiuola, arbusti ed eventualmente un piccolo orto; pensato per essere combinato alla Trycicle House o ad altri giardini per formare un grande spazio verde e pubblico in modo da dimostrare che si può vivere in movimento anche con il terreno.

casa-bici-cina-e

Un progetto concettualmente accessibile e culturalmente pragmatico che risulta una sorta di liberazione nel rapporto di indipendenza e fa riflettere sui problemi che i cinesi devono affrontare ogni giorno, agli spostamenti estenuanti a cui sono costretti i lavoratori a causa degli altissimi costi degli affitti.

Manuela Cappiello

Manuela Cappiello Architetto

-