Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie. Consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. OK

Alberature urbane: una sostituzione in blocco per il comune di Valencia

La città di Valencia ormai da anni è sensibile al tema della sostenibilità e, attraverso il suo dinamico dipartimento di “Parchi e Giardini”, ha deciso di sostituire il gelso bianco, molto utilizzato per le alberature stradali, con altre essenze più “sostenibili” dal punto di vista ambientale ed economico e che siano di minore aggravio sulla struttura dei servizi comunali quali il dipartimento di giardineria e pulizia urbana.  

ALBERI IN CITTÀ: PERCHÈ SONO IMPORTANTI?

È importante ricordare che le alberature sono fondamentali per regolare il microclima urbano. Questa sorta di termoregolazione avviene attraverso un processo chiamato “evapotraspirazione”: le foglie fogliari rilasciano vapore acqueo nell’ambiente facendo in modo che la temperatura dell’aria si abbassi. 
In una città come Valencia, in cui il clima si sta trasformando man mano da mediterraneo in tropicale, il taglio precoce dei rami fruttiferi delle alberature urbane riduce l’effetto mitigante della temperatura.

Utilizzato molto in città, lungo le strade, il gelso bianco (Morus Alba) è un albero molto robusto, ma che produce una grande quantità di frutti che cadendo, sporcano e rendono appiccicose le zone di passaggio limitrofe. Per ovviare a tali disagi, il comune, prima della completa maturazione dei frutti, è costretto ad affrontare un'onerosa e drastica potatura dei rami fruttiferi. Tale intervento, associato alla giornaliera pulizia stradale, influisce sulla gestione totale del verde pubblico impedendone la normale programmazione di mantenimento, la pianificazione e la gestione delle altre essenze arboree di tutto il restante territorio cittadino.

alberature-sostituzione-valencia-e

alberature-sostituzione-valencia-b

Considerati questi punti, il dipartimento di “Parchi e Giardini” di Valencia ha programmato la sostituzione in varie fasi del gelso bianco delle attuali alberature urbane, al fine di ottenere un risparmio economico ed un miglioramento dell’ambiente per la città. Il Morus Alba sarà sostituito da una varietà di gelso che non produce frutti: il Morus alba FruitLess, ossia un gelso sterile, che produce foglie più grandi e in abbondanza rispetto al selvatico e non ha l'inconveniente di sporcare il terreno sottostante e le foglie con i frutti maturi. Altra essenza che potrebbe essere usata è quella del Bagolaro (Celtisaustralis), un esemplare caducifoglio autoctono che si sviluppa maggiormente in altezza, aumentando l’area ombreggiata e andando quindi a mitigare gli effetti dello stress termico che impatta significativamente sul comfort urbano e sulla percezione del calore che hanno i cittadini soprattutto nel periodo estivo.

alberature-sostituzione-valencia-c

alberature-sostituzione-valencia-d

In un primo momento il progetto del Comune di Valencia prevedeva il taglio di ben 2700 gelsi bianchi, tutti sani; ma grazie ad una forte opposizione pubblica il progetto di sostituzione delle alberature è stato rivisto e solamente gli alberi tra i 40 ed i 50 anni,quindi che hanno già oltrepassato la loro vita media, saranno espiantati e sostituiti con alberi giovani con meno problematicità e che abbiano una maggiore capacità di biomassa, che diano maggior ombra e che favoriscano il miglior scambio tra anidride carbonica ed ossigeno.