Questo sito utilizza i cookie che ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi acconsenti all'uso dei cookie. Consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. OK

Certificazione LEED. Nuovi criteri di progettazione degli edifici

icon1

LEED, ovvero Leadership in Energy and Environmental Design, è una certificazione internazionale utilizzata finora in oltre 140 paesi nel mondo, che definisce nuovi criteri di progettazione degli edifici nei quali viviamo, lavoriamo o studiamo. La certificazione è stata sviluppata dalla U.S. Green Building Council (USGBC) nel 2000 ed è presente anche in Italia grazie al lavoro di GBC Italia che ne ha creato una versione locale. Grazie alla GBC,

che è un organo non governativo indipendente, la certificazione LEED garantisce ai committenti e agli utenti finali dell’edificio una progettazione rivolta al raggiungimento di alte prestazioni in aree chiave della salute umana e ambientale come: sviluppo sostenibile del sito, risparmio dell’acqua, efficienza energetica, scelta dei materiali e qualità ambientale all’interno dell’involucro, tenendo conto dell’intero ciclo di vita dell’edificio.

Con quasi 150 mila metri quadri certificati ogni giorno in tutto il mondo LEED sta cambiando il modo in cui si progetta, costruisce e fruisce il mondo attorno a noi, dalle singole case ad interi quartieri.

I PARAMETRI MISURATI DALLA CERTIFICAZIONE LEED

  1. Siti sostenibili – Utilizzo di siti già esistenti, minimizzazione dell’impatto dell’edificio sull’ecosistema, controllo e gestione dell’acqua piovana, verifica delle emissioni di sostanze inquinanti nell’atmosfera anche in fase di costruzione.
  2. Efficienza delle acque – Gli edifici sono i maggior fruitori di acqua potabile. Scopo di questa categoria è un uso intelligente dell’acqua, all’interno e all’esterno dell’edificio.
  3. Energia e atmosfera – Questa categoria incoraggia tutta una serie di strategie per utilizzare al meglio l’energia come: elettrodomestici più efficienti, miglior design, illuminazione più efficace oltre all’uso di forme rinnovabili di energia.
  4. Materiali e risorse – Durante sia la costruzione che la fase operativa, gli edifici producono quantità enormi di rifiuti usando contemporaneamente enormi quantità di risorse. Questa categoria incoraggia l’uso di materiali locali e promuove un’ attenta riduzione dei rifiuti tramite il riuso e riciclo. In particolar modo premia la riduzione a monte della produzione di rifiuti. 
  5. Qualità ambientale all’interno – Se si pensa che un essere umano trascorre mediamente il 90% della sua giornata all’interno di un edificio, si capisce come mai si dedichi così tanta attenzione a questo aspetto. Questa categoria promuove strategie che migliorano la qualità dell’aria, di luce naturale e di comfort acustico. 
  6. Luoghi e connessioni – Questa categoria incoraggia la costruzione in siti precedentemente costruiti e lontani da zone sensibili dal punto di vista ambientale. Vengono premiati soprattutto i siti vicini a infrastrutture pre–esistenti, zone pedonali o luoghi per lo sport e le attività all’aperto.
  7. Consapevolezza ed educazione – Il sistema LEED riconosce che una casa è davvero “verde” se le persone che la abitano sanno come usare al meglio le sue caratteristiche “verdi”. Questa categoria incoraggia i costruttori e i professionisti del settore immobiliare ad istruire gli abitanti al corretto utilizzo delle loro case. 
  8. Innovazione nella progettazione – Vengono assegnati punti speciali a quei progetti che usano tecnologie e strategie innovative per migliorare il rendimento di un edificio, non espressamente descritte nelle categorie precedenti. Inoltre questa categoria conferisce punti a quei progetti che includono nel team un professionista accreditato LEED che assicuri un approccio olistico alla progettazione.

Ognuna di queste categorie è utile al conferimento dei punti LEED in misure variabili e decise dalla commissione giudicante. La somma dei punti determina il livello di certificazione raggiunto dall’edificio in esame. Su 110 punti totali disponibili almeno 40 devono essere ottenuti per il livello base.

I livelli di certificazione si articolano su 4 livelli in funzione del punteggio ottenuto:

Base: da 40 a 49 punti,
Silver: da 50 a 59 punti,
Gold: da 60 a 79 punti,
Platinum: dagli 80 punti in poi.

I punti LEED sono conferiti su una scala di 100 punti. Sono disponibili altri 10 punti bonus in risposta a specifiche problematiche regionali individuate dalla stessa GBC. Sono ammessi i progetti che abbiano superato tutti i prerequisiti e che abbiano raggiunto un numero minimo di punti.

e-max.it: your social media marketing partner
Federica Lipari

Federica Lipari Architetto

-