Architettura ed Ecosostenibilità: Bioarchitettura per la riduzione dei consumi energetici.

Ti trovi su Architettura Ecosostenibile Curiosità varie Festival della Sicurezza sul Lavoro. Il bilancio dell’evento di Taranto

Festival della Sicurezza sul Lavoro. Il bilancio dell’evento di Taranto

Forum-sicurezza-lavoroAl termine della tre giorni che ha riunito due eventi particolarmente importanti per lo sviluppo sostenibile del settore edile e impiantistico in Italia: “Impresa Lavoro 2011 - il Salone dell’orientamento al lavoro, alla formazione ed allo studio” ed il 1° “Festival della Sicurezza sul Lavoro”, si registra un bilancio positivo non solo dell’evento in sé ma di quelli che potranno essere i risvolti all’atto pratico nell’ambito dello sviluppo sostenibile nella sicurezza nei luoghi di lavoro.

 

L’evento si è tenuto al Palamazzola di Taranto ed è stato organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Taranto e dal Tavolo Tecnico sulla Sicurezza sul Lavoro e nei Cantieri edili, costituitosi ad ottobre del 2002 e formato da ANCE Taranto, ANMIL Taranto, ASL TA/SPESAL, Cassa Edile Taranto, Collegio dei Geometri Taranto, Collegio Periti Industriali Taranto, Comitato Paritetico Territoriale Taranto, Direzione Provinciale del Lavoro Taranto, FENEAL Uil, FILCA Cisl, FILLEA Cgil Taranto, INAIL Taranto, ISPESL Taranto, Ordine Architetti Taranto, Ordine Consulenti del Lavoro Taranto, Ordine Ingegneri Taranto, Scuola Edile Taranto, Vigili del Fuoco Taranto, ed esperti del settore.

Forum-sicurezza-lavoro-bPresenti imprese, istituzioni, enti, agenzie del lavoro che hanno contribuito ad un folto carnet di appuntamenti divisi fra convegni, seminari e workshop pratici nell’Area esterna. Tre, inoltre, sono stati gli appuntamenti dedicati ad esplorare le possibilità di lavoro in proprio sul mercato estero, e quello al femminile. Si è trattato dei Focus sui Paesi europei di recente ingresso, organizzati dal consigliere Eures di Taranto Cosimo Andriulo in collaborazione con la consigliera di parità della Provincia di Taranto, Barbara Gambillara. I giovani hanno potuto parlare con i rappresentanti Eures provenienti da Rep. Ceca, Lituania, Danimarca, Finlandia e Ungheria.

L’evento fieristico ha avuto il patrocinio di Regione Puglia, Provincia di Taranto e Comune di Taranto, e lo scopo era di concentrare in 3 giorni a Taranto, studenti, laureati, tecnici, imprese, istituzioni, professionisti, cittadini, amministratori, addetti ai lavori e non di Taranto e provincia e della Puglia che oltre a visitare e informarsi negli stand espositivi hanno partecipato attivamente alle attività formative ed informative svoltesi dalla mattina fino alle ore 20,00.

Forum-sicurezza-lavoro-cA scendere in campo la generazione dei giovani imprenditori ionici che, oltre al gestire il business quotidiano delle proprie aziende edili ha deciso di puntare sulla città di Taranto come nuova meta per investire utilizzando risorse locali. Dopo decenni di abbondanza apparente costellata da ricchi appalti assegnati a imprese non locali, a volte anche sottodimensionate che a livello territoriale hanno lasciato solo i subappalti, si prospetta un futuro fatto di novità.

La forma del consorzio è diventata una scelta obbligata dalle regole di mercato ma è più semplice intraprenderla conoscendosi ed uscendo fuori dal proprio cantiere: il consorzio diventa l’alternativa sostenibile per investire nel mondo dell’imprenditoria edile e impiantistica.

L’input è stato il tavolo tecnico sulla sicurezza del lavoro e nei cantieri edili che da anni riunisce tutta la filiera edile: da una città bistrattata per la bancarotta del Comune, la diossina, gli incidenti sul lavoro, stavolta arriva una grande energia positiva. Il presidente della scuola Edile di Taranto, Fabio De Bartolomeo, ha sottolineato come sia stato imprescindibile l’unione di energie con il presidente di Confindustria Giovani di Taranto, Paolo Campagna, per fare qualcosa di più incisivo.

I giovani che oggi vengono formati nelle scuole edili, nelle facoltà di Architettura, Ingegneria etc.. saranno i futuri imprenditori del nostro paese e dovranno essere in grado di gestire situazioni sempre più complesse nell’ambito della sicurezza sul lavoro. Pierpaolo Argento, presidente del C.T.P. [Comitato Paritetico Territoriale, un fiore all’occhiello per la sicurezza sul lavoro nel tarantino N.d.r.] ha spiegato come intervenire nella prevenzione dei rischi nei luoghi di lavoro coinvolgendo i giovani piuttosto che agire a danno avvenuto imponendo delle sanzioni: da fine maggio tutti gli iscritti alla cassa edile e con i contributi in regola avranno la possibilità di un tecnico che gratuitamente andrà in cantiere a monitorare la situazione, sia su richiesta dell`impresa che su segnalazione del CTP.

Il messaggio che Taranto ha voluto far passare è l’aver messo da parte un pregresso orientamento speculativo in ambito edile ed industriale. Si è voluto mettere in evidenza un orientamento verso scelte socialmente condivisibili.

Ora al primo posto ora c’è l’orientamento alla sostenibilità sociale e ambientale prima di tutto: costruire con buon gusto sarà il primo messaggio da trasferire al territorio.

Il Festival della Sicurezza sul Lavoro di Taranto ha voluto spingere all’aggregazione, istituendo forme consortili, unica opportunità per opporsi fortemente. La forma del consorzio è già presente sul versante orientale ionico nel settore dei lavori di difesa idraulica e, su quello occidentale in quello delle infrastrutture stradali.

Antonio Marinaro, presidente ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili di Confindustria) di Taranto esprime la solidarietà dell’ANCE stessa che cercherà di far ripartire la macchina degli investimenti incontrando i sindaci della provincia di Taranto e analizzando i Piani Triennali degli enti locali al fine di ricostruire una mappa del possibile mercato delle costruzioni, identificare le proposte di project financing (investimenti e cofinanziamenti privati in ambito di appalti pubblici), contribuendo a superare la crisi e dando nuovo slancio agli strumenti di programmazione.

Affollatissimo il seminario a cura degli Ordini Professionali: “Il ruolo dei professionisti nella gestione del cantiere: la comuni­cazione per la Sicurezza”. L’appuntamento, ripetuto nelle giornate di mercoledì 11 e giovedì 12, ha previsto il succedersi di più ambiti professionali e dei relativi punti di vista: dai rappresentanti dell’Ordine Consulenti del Lavoro Taranto a quelli del Collegio Geometri e Geometri Laureati Taranto, a quelli dell’OPPAC di Taranto, dei Periti industriali e degli Ingegneri. Il tutto in collaborazione con ISPESL e INAIL.

La 10° “Giornata Tecnica di studio sulla Sicurezza sul Lavoro e nei Cantieri Edili” ha inoltre offerto l’opportunità di affrontare argomenti specifici sui temi della Sicurezza sul lavoro e nei cantieri edili e che negli anni hanno fatto registrare un interesse sempre più particolare dei partecipanti. Quest'anno tema della giornata sono state le malattie professionali.

Fra le attività collaterali permanenti l’esposizione delle fotografie del 3° Concorso Fotografico e la proiezione dei filmati del 1° Concorso Video dal titolo “Cose mai Viste… la Sicurezza nei Cantieri Edili” e gli incontri ad hoc con studenti di Scuole Elementari, Medie e Istituti superiori di Taranto e provincia, che partecipano, nel periodo gennaio-maggio 2011, ad apposite azioni finalizzate alla crescita della cultura e della conoscenza della Prevenzione dai rischi.

Mercoledì 11 la rappresentazione teatrale a cura di Scuola Edile Taranto e CPT Taranto, realizzata in collaborazione con As­sociazione Crest dal titolo “Il Paradiso non è qui” raccontata dagli studenti degli Istituti Superiori di Taranto e provincia e la premiazione della Scuola vincitrice del torneoCaccia al Rischio” attività realizzata nell’anno scola­stico 2010/2011 da Scuola Edile e CPT con il Crest di Taranto, a conferma che la sicurezza sul lavoro può essere affrontata anche in maniera allegra.

Il bilancio si può dire positivo anche se una nota stonata è stata la quasi totale assenza delle istituzioni locali che nonostante avessero patrocinato l’evento e avessero programmato la propria presenza non l’hanno confermata, dando purtroppo un segnale di indifferenza ancora presente in un settore che meriterebbe maggiore attenzione e sensibilità, soprattutto se esistono opportunità che fungano da vetrina promozionale come è stato questo festival.

Maggiori informazioni sul sito del Festival Foto | Mariangela Martellotta

Leggi anche:
Annunciati i vincitori del concorso Space to Culture, bandito da YAC (Young Architecture Competitions), associazione che promuove concorsi d
Coniuga etica e pratica professionale con ricerca, visione strategica ed esperienza internazionale. È la prima Scuola indipendente di Architettu
Possono influenzare i sogni, promettendo un felice risveglio, ricordarci dov’è parcheggiata la macchina o quanta acqua bere durante la giornat
Il biocombustibile viene utilizzato per utilizzare energia in maniera indiretta partendo dalle biomasse: grano, mais, canna da zucchero, ecc. La
Si sente spesso parlare di città verdi (green cities) a proposito di sondaggi e ricerche. Ma cosa vuol dire città verde e quando viene definita
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Ti trovi su Architettura Ecosostenibile Curiosità varie Festival della Sicurezza sul Lavoro. Il bilancio dell’evento di Taranto

Iscriviti e riceverai un omaggio!

Scrivi per Architettura Ecosostenibile!

hansgrohe-teaser

Axor Hansgrohe produce il primo miscelatore che consuma solo...

Il miscelatore Axor Starck Organic stabilisce un nuovo standard di consumo a 3,5 litri al minuto grazie al particolare diffusore: una vera e propria micro-doccia con 90 ugelli capaci di dare corpo e piacevolezza anche a un flusso d'acqua minimo.

In evidenza turismo sostenibile

In evidenza Materiali sostenibili

Il diario del progetto italiano Rhome for DenCity per il Solar Decathlon 2014

Foster su ArchitetturaEcosostenibile.it
Foster su ArchitetturaEcosostenibile.it
Arup su ArchitetturaEcosostenibile.it
Shigeru Ban su ArchitetturaEcosostenibile.it
Renzo Piano su ArchitetturaEcosostenibile.it
Banner


In evidenza Architettura Sostenibile

In evidenza Architettura Sostenibile

Interni di Architetture sostenibili


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Social Life

Architettura Ecosostenibile su Google Plus Architettura Ecosostenibile su Facebook Architettura Ecosostenibile su Twitter Architettura Ecosostenibile su LinkedIn

 

I volantini online non emettono Co2