Materiali per la coibentazione degli edifici. Densità e trasmittanza termica

Materiali-per-la-coibentazione

I materiali con cui realizzare l’isolamento dei fabbricati sono davvero tanti. Vi propongo un elenco dei più utilizzati in edilizia con l’indicazione della densità e latrasmittanza termica di ognuno di essi. Fibre di vetro, fibre minerali, materiali sfusi, polistirene espanso e poliuretano nelle diverse forme e composizioni in cui
si possono trovare.

MATERIALE
DENSITA’
CONDUCIBILITA’

ρ [kg/m] λ [W/mK]
Fibre di vetro

Materassini di feltro resinato 11–16 0,053–0,046
Pannelli semirigidi 16–30 0,046–0,038
Pannelli rigidi 100 0,038
Vetro cellulare 130–180 0,055–0,066
Fibre minerali

Di rocce feldspatiche o basaltiche 30–125 0,038–0,048
Legno

Sughero espanso 90–200 0,043–0,052
Conglomerato di lana di legno e leganti inorganici 300–500 0,085–0,11
Conglomerato di spaccato di legno e leganti inorganici 400–600 0,12–0,15
Pannelli di particelle di legno, pressati o estrusi 500–700 0,10–0,17
Naturale duro o extraduro 800–1000 0,14–0,18
Materiali sfusi di riempimento

Polistirolo espanso in granuli 15 0,054
Fibre di cellulosa 32 0,058
Perlite espansa in granuli da 0,1 a2,3 mm 100 0,066
Vermiculite espansa in granuli da 1 a12 mm 80–120 0,077–0,082
Argilla espansa in granuli da 3 a25 mm 280–450 0,09–0,12
Polistirene espanso

Estruso con pelle 30–35 0,035
Estruso senza pelle 30–50 0,041–0,034
Sinterizzato 15–40 0,040–0,034
Stampato per termocompressione 20–30 0,04–0,039
Poliuretano

Prodotto in lastre 25–50 0,034–0,032
Ottenuto in situ 37 0,035

Questo è solo un elenco dei più comuni materiali isolanti utilizzati nell’edilizia. Siano sostenibili o meno dal punto di vista ambientale, tutti riducono le dispersioni termiche dell’edificio permettendo quindi un decremento della quantità di energia impiegata per la climatizzazione.

La ricerca è attualmente molto impegnata nel confezionamento di prodotti non solo isolanti, ma anche ecosostenibili. Si cerca infatti di creare materiali isolanti il cui processo di realizzazione non sia causa di immissione di sostanze inquinanti, che siano prodotti da apparecchiature a basso consumo energetico e a partire da materiali ecosostenibili ed ecocompatibili. Ma non solo. Si cerca infatti di avere materiali isolanti che godano anche delle seguenti caratteristiche:

– possibilità di ricavarlo da fonti rinnovabili o da materiali già esistenti (riciclato);
– biodegradabilità o, quantomeno, ridotto impatto ambientale dello smaltimento;
– mancata emissione di sostanze inquinanti sia in caso di combustione che non;
– riciclabilità.
















  • argomenti