Architettura ed Ecosostenibilità: Bioarchitettura per la riduzione dei consumi energetici.

Come progettare involucri edilizi ad alta efficienza. I criteri da seguire

Come-progettare-involucro-edilizio-aTrovare una risposta adeguata e rigorosa a quali potrebbero essere i criteri per una corretta realizzazione di edifici ad alta efficienza energetica ad “impatto zero” rappresenta la sfida fondamentale e urgente per tutto il comparto coinvolto nel processo edificatorio contemporaneo. Esistono molteplici strumenti certificati di cui ci possiamo avvalere per trovare una o più soluzioni in tal senso: i sistemi di Certificazione Ambientale,

 

Depuratore A.F.A.D.S per il trattamento decentralizzato delle acque residue

AFADS-depuratore-render-aUna delle caratteristiche del XX secolo fu la tendenza al gigantismo e alla centralizzazione, in nome di fantomatiche “economie di scala” che hanno portato la nostra società sull’orlo del collasso e molti ecosistemi oltre il punto di non ritorno. A distanza di più di 30 anni dalle prime tendenze contrarie alla filosofia imperante, di allora i sostenitori dello “small is beautiful” vediamo con piacere che, finalmente, si parla di: “cogenerazione diffusa”,

 

Come richiedere la certificazione Leed on line

Leed-on-lineLa certificazione LEED – Leadership in Energy and Environmental Design – nasce nella sua prima versione nel 1998 negli Stati Uniti su iniziativa USGBC (U.S. Green Building Council). Ad oggi è un riconoscimento valido a livello internazione delle caratteristiche di sostenibilità ambientale di un determinato intervento architettonico, consiste sostanzialmente in una verifica da parte di un soggetto esterno delle performance dell’intervento

 

Ventilazione degli edifici naturale ed ibrida per il comfort ambientale

Ventilazione-naturale-ibrida-aLa principale causa d’inquinamento dell’aria all’interno degli edifici ha origine spesso da scelte progettuali e operative sbagliate in favore di un’eccessiva chiusura ermetica delle pareti confinanti con l’esterno. Le recenti normative in tema di contenimento delle risorse energetiche e di riduzione delle emissioni di CO2 hanno imposto azioni d’isolamento e di sigillatura che rischiano di limitare il naturale scambio d’aria tra l’ambiente

 

Architettura spontanea: un viaggio tra gli edifici più originali al mondo

Architettura-spontanea-aNel 1963 Alfred Heineken, durante un viaggio ai Caraibi, vide spiagge disseminate di bottiglie vuote, proprio nel paese in cui scarseggiavano materiali da costruzione. Al suo ritorno, in collaborazione con l'architetto olandese John Habraken, ideò il mattone di birra. L'architetto ebbe il compito di trovare un design adatto alla costruzione, dando vita a bottiglie squadrate rigorosamente verdi Heineken. Il progetto fu presto abbandonato ma costituisce

 

Recuperare o ricostruire? Uno studio quantifica i vantaggi ambientali del recupero

Recuperare-ricostruire-a1L’edificio più ecocompatibile è quello non costruito, o meglio, recuperato con criteri di riqualificazione sostenibile ed efficienza energetica! Quantificare il valore ambientale degli interventi di recupero e riuso del patrimonio edilizio esistente è l’obiettivo dello studio condotto dal Preservation Green Lab, grazie ai finanziamenti disposti dalla Fondazione National Trust for Historic Preservation.

 

Sustania. La guida pratica alla città sostenibile di domani

Sustania-aIl 7 marzo presso l’Università di Ginevra, è stato presentato, con il supporto delle Nazioni Unite, un ambizioso progetto sulla sostenibilità chiamato “Green Light Project”, al quale hanno partecipato grossi nomi come Microsoft, Ikea, General Electric ma anche famosi studi di design e architettura. Il progetto è stato presentato dall’ex governatore della California, più famoso nei panni di Terminator, Arnold Schwarzenegger e dal commissario

 

APEA: Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate. Il nuovo volto del comparto industriale

Aree-produttive-ecologicamente-attrezzateL’attuale sistema produttivo, fortemente minacciato dal mercato asiatico e dalla crisi generale, deve superare due ostacoli prima di definirsi stabile: raggiungere la sostenibilità ambientale nei processi di produzione ed approvvigionamento e offrire maggiore competitività attraverso l’innovazione tecnologica. Una valida alternativa è fornita dalle APEA, aree produttive ecologicamente attrezzate, suggeriscono approcci

 

Edifici a energia quasi 0. I convegni partono da Bari

Edifici-energia-quasi-zeroProsegue il tour della sostenibilità edilizia: parliamo dell’edizione 2012 della rassegna di “Edifici a Energia Quasi Zero” sui temi della sostenibilità e dell’efficienza energetica, i due fattori chiave dell’edilizia. Sono 15 i capoluoghi di provincia che ospiteranno a turno l’evento: Ancona, Bergamo, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Bari, Napoli, Parma, Perugia, Pescara, Roma, Torino, Udine, Verona.

 

Il Fondo Rotativo di Kyoto

Fondo-rotativo-kyotoUrge per l’Italia un Piano Nazionale per l’Energia e a premere su ciò sono quei soggetti che hanno partecipato al tavolo di lavoro degli enti locali per il clima che riunisce Aiccre, Alleanza per il Clima, Anci, Comuni Virtuosi, il Coordinamento delle Agende 21 locali Italiane, Inu, Kyoto Club e Upi. Il Protocollo di Kyoto il 16 febbraio scorso ha compiuto il suo settimo anno, e appena 15 giorni dopo si è avuta conferma dell’emanazione

 

Biotecnologie per la produzione di energia rinnovabile e materiali da costruzione

Biotecnologie-aLe fonti d’energia rinnovabile, se comparate con i combustibili fossili e l’elettricità fornita dalla rete nazionale, si caratterizzano in genere per la loro bassa densità di energia, definita come la disponibilità di kWh per unità di peso o di volume dell’impianto o del dispositivo. La discontinuità, talvolta aleatoria della produzione di energia rinnovabile, le difficoltà tecniche e i costi associati allo stoccaggio sono i principali

 
Pagina 8 di 21

Iscriviti e riceverai un omaggio!

Scrivi per Architettura Ecosostenibile!

hansgrohe-teaser

Axor Hansgrohe produce il primo miscelatore che consuma solo...

Il miscelatore Axor Starck Organic stabilisce un nuovo standard di consumo a 3,5 litri al minuto grazie al particolare diffusore: una vera e propria micro-doccia con 90 ugelli capaci di dare corpo e piacevolezza anche a un flusso d'acqua minimo.

In evidenza Mobilita' sostenibile

In evidenza Materiali sostenibili

Il diario del progetto italiano Rhome for DenCity per il Solar Decathlon 2014

Foster su ArchitetturaEcosostenibile.it
Foster su ArchitetturaEcosostenibile.it
Arup su ArchitetturaEcosostenibile.it
Shigeru Ban su ArchitetturaEcosostenibile.it
Renzo Piano su ArchitetturaEcosostenibile.it
Banner

In evidenza Architettura Sostenibile

In evidenza Architettura Sostenibile

Interni di Architetture sostenibili


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Social Life

Architettura Ecosostenibile su Google Plus Architettura Ecosostenibile su Facebook Architettura Ecosostenibile su Twitter Architettura Ecosostenibile su LinkedIn

 

I volantini online non emettono Co2