Architettura ed Ecosostenibilità: Bioarchitettura per la riduzione dei consumi energetici.

Certificati Verdi: il regime di transizione ed i problemi sul mercato

Certificati-verdiA partire dal 2016 i Certificati Verdi (CV) saranno rimpiazzati da una vera e propria tariffa (non ancora definita). Tuttavia, fino a tutto il 2015 il mercato dei CV continuerà a funzionare secondo le regole dettate dagli ultimi decreti, e già dalla seconda metà del 2012 si possono osservare le influenze che le stesse hanno avuto sul mercato. La storia dei Certificati Verdi inizia nel 1999, con l’obbiettivo di indirizzare il mercato verso un uso

 

Estetica del fotovoltaico: tegole canadesi come alternativa ai tradizionali pannelli

Tegole-canadesi-estetica-fotovoltaico-aChe sia in facciata o in copertura, montato in orizzontale o in verticale, il fotovoltaico è oramai una variabile progettuale che, accompagnata ad una corretta progettazione bioclimatica ed integrata negli elementi edilizi, partecipa attivamente alla produzione di energia e alla costruzione dell’immagine dell’opera architettonica. Tuttavia risulta ancora ostico il tema dell’integrazione del fotovoltaico, specie nei centri storici, dove l’introduzione

 

La riqualificazione energetica e sostenibile del costruito

Riqualificazione-sostenibile-costruito-aSi stima che oltre il 70% degli edifici italiani sia antecedente al 1976, anno dell’entrata in vigore della prima legge sul risparmio energetico degli edifici che, in seguito alla crisi mondiale del petrolio dei primi anni ’70, cercava di porre dei limiti alla dispersione termica degli involucri. Se la L. 373/1976 ha avuto un’applicazione pressoché nulla a causa della scarsità dei controlli da una parte e della ricerca della

 

L’insostenibilità dei cimiteri. Quale futuro per l’edilizia cimiteriale?

Cimiteri-insostenibili-aL'essere umano da vivo emette - come tutti gli esseri viventi -  Co2, in quantità più o meno elevata a seconda dell'attività svolta e della sua corporatura; da morto è plausibile che esso non emetta più alcunché e invece no! Riflettiamo su quanto si siano estesi fino ad oggi i cimiteri e pensiamo non solo all'occupazione del suolo che non si limita all'area di inumazione ma che - secondo la normativa vigente - si estende ben oltre; infatti

 

L’architettura spontanea: tecniche tradizionali dal mondo

Architettura-spontanea-aSe uno degli scopi della bioarchitettura è l’applicazione della legge di conservazione della massa di Lavoiser, “nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”, è anche vero che “nulla si inventa e tutto si rielabora” e l’architettura spontanea non può che rappresentare, di fatto, un modello per tutta la moderna architettura ecosostenibile. Questa ”architettura senza architetti”, come fu definita nel 1964 da Bernard Rudofsky, rapporta

 

Stress: distretto per la ricerca e lo sviluppo della sostenibilità delle costruzioni

Distretto-stress-aA dispetto del nome poco rassicurante, Stress è una società consortile a responsabilità limitata che nasce proprio per rassicurare! Stress come Sviluppo Tecnologie e Ricerca per Edilizia sismicamente Sicura ed ecoSostenibile. Istituita a Napoli nel 2010 su iniziativa dell’ Università “Federico II”, mira a valorizzare collaborazioni già esistenti tra università, imprese e centri di ricerca. E’ a partecipazione mista

 

Tecniche tradizionali per il recupero di un borgo di trulli unico al mondo

Recupero-borgo-trulli-aTra boschi di querce e ulivi secolari, posti all'interno di una valle incontaminata nel cuore assolato della campagna pugliese nei pressi di Cisternino (Brindisi), sorgono in tutto il loro fascino i trulli di un antico borgo rurale che nella metà dell’800 dava ospitalità alle famiglie dei contadini. Eccezionale per le sue dimensioni, questo complesso unico al mondo si trova discretamente posizionato in quel limbo di terra che segna il passaggio

 

Rob Hopkins e le Transition Town in 5 step

Transition-town-hopkins-a“Minimizzare il nostro impatto sull’ambiente non significa abbassare i nostri standard di vita, ma innalzarli”.  Questo è il messaggio che Rob Hopkins, co-fondatore del movimento delle Transition Town ha lanciato nella recente conferenza sulle Transition Town tenutasi il 24 settembre a Parma, organizzata dall’associazione Kuminda – Diritto al cibo. L’incontro pubblico è stata un’occasione per tutti coloro che volevano

 

Progettazione dei rifugi alpini. Quale architettura?

Progettazione-rifugi-aE’ sempre più acceso il dibattito sulla progettazione dei nuovi rifugi nelle terre alte. La recente inaugurazione del Rifugio Goûter sul versante francese del Monte Bianco e le aspre polemiche riguardanti il Bivacco Gervasutti alle Grandes Jorasses, battezzato con i nomi più disparati, “astronave”, “missile”, “cannocchiale”, “tubo”, ne sono la prova evidente. Mentre nel passato la cultura architettonica non considerava

 

Carbon footprint indicatore di sostenibilità ambientale dei prodotti

Carbon-footprint-aLa valutazione dell’impatto ambientale dei prodotti è una pratica che ha preso piede da diversi anni in Europa, con a capo il Regno Unito, e che sta sviluppandosi anche in Italia. Sono sempre di più le aziende che vogliono dimostrare il loro interesse nei confronti dell’ambiente, scrivendo sulle confezione dei propri prodotti “etichette verdi”. Tra i molteplici parametri che  possono essere presi in considerazione, quello che forse più di tutti

 

Da vecchi silos ad abitazioni sostenibili: proposte di recupero low cost

Recupero-silos-abitazione-aE se davvero riuscissimo, in un giorno non troppo lontano magari, a sostituire definitivamente il petrolio con fonti di energia rinnovabili, che cosa ne sarebbe delle migliaia di silos costruiti per contenere il tanto discusso liquido nero? Ci hanno pensato i giovani progettisti di PinkCloud che, partendo da questa ipotesi - meno utopistica di quel che potrebbe sembrare - hanno studiato un piano piuttosto dettagliato per

 
Pagina 5 di 21

Iscriviti e riceverai un omaggio!

Scrivi per Architettura Ecosostenibile!

hansgrohe-teaser

Axor Hansgrohe produce il primo miscelatore che consuma solo...

Il miscelatore Axor Starck Organic stabilisce un nuovo standard di consumo a 3,5 litri al minuto grazie al particolare diffusore: una vera e propria micro-doccia con 90 ugelli capaci di dare corpo e piacevolezza anche a un flusso d'acqua minimo.

In evidenza Mobilita' sostenibile

In evidenza Materiali sostenibili

Il diario del progetto italiano Rhome for DenCity per il Solar Decathlon 2014

Foster su ArchitetturaEcosostenibile.it
Foster su ArchitetturaEcosostenibile.it
Arup su ArchitetturaEcosostenibile.it
Shigeru Ban su ArchitetturaEcosostenibile.it
Renzo Piano su ArchitetturaEcosostenibile.it
Banner

In evidenza Architettura Sostenibile

In evidenza Architettura Sostenibile

Interni di Architetture sostenibili


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Social Life

Architettura Ecosostenibile su Google Plus Architettura Ecosostenibile su Facebook Architettura Ecosostenibile su Twitter Architettura Ecosostenibile su LinkedIn

 

I volantini online non emettono Co2