Architettura ed Ecosostenibilità: Bioarchitettura per la riduzione dei consumi energetici.

Normale tollerabilità ed accettabilità dell’inquinamento acustico

Inquinamento-acustico-2Valutazione dell’inquinamento acustico in ambito civile: il criterio della normale tollerabilità. L’art. 844 del Codice Civile recita: “Il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità, avuto anche riguardo delle condizioni dei luoghi. Nell’applicare questa norma l’autorità giudiziaria deve

 

Certificazione LEED. Nuovi criteri di progettazione degli edifici

Certificazione-leedLEED, ovvero Leadership in Energy and Environmental Design, è una certificazione internazionale utilizzata finora in oltre 140 paesi nel mondo, che definisce nuovi criteri di progettazione degli edifici nei quali viviamo, lavoriamo o  studiamo. La certificazione è stata sviluppata dalla U.S. Green Building Council (USGBC) nel 2000 ed è presente anche in Italia grazie al lavoro di GBC Italia che ne ha creato una versione locale. Grazie alla GBC,

 

I benefici reali di boschi e parchi urbani

Boschi-urbaniQuando si presenta un progetto di area verde e si parla dei benefici prodotti dai boschi urbani, come ad esempio migliorare la qualità dell’aria e fornire spazi ludici, gli ambientalisti applaudono, i politici vantano la loro “visione” e la popolazione in generale sembra soddisfatta. Un gruppo di ricercatori dell’Università di Florida sostiene invece che gli urbanisti non dovrebbero assumere l’impatto dei boschi urbani sulla

 

Produrre energia elettrica facendo spinning. Energia umana in palestra e a scuola

Scuola-pedali-aLa palestra è uno di quei luoghi del nostro tempo dove si fa visibile il consumo spropositato e a volte insensato di energia. Anche perché si tratta di un triplo consumo: energia elettrica per illuminare le sale e gli spogliatoi, energia meccanica prodotta dalle persone con gli attrezzi e dissipata, energia termica necessaria per riscaldare o raffreddare gli ambienti. Tra le tecnologie che riguardano la produzione di energia rinnovabile e completamente

 

Social housing e sperimentazioni nella bioedilizia

Social-housing-aQuella del social housing è una formula di antica memoria nata per far fronte all’esigenza della nuova società del lavoro industriale di avere delle case, dei “quartieri dormitorio” situate nelle vicinanze di aree operaie o alle periferie di una metropoli. La peculiarità dei programmi di edilizia sociale in Italia come in Europa è sempre stata quella di avere edifici che, anche se non particolarmente attraenti, avevano l’indiscutibile pregio dell’economicità.

 

Digestori domestici. Rifiuti per la produzione di biogas in casa e l’indipendenza energetica

Digestore-domesticoIl mondo delle energie rinnovabili, specialmente in Italia, sta vivendo un periodo molto delicato: molte norme, che recepiscono le direttive europee in materia di efficienza energetica, sono imprecise ed hanno una durata temporale incerta. Ciò fa presagire la presenza di lobby o più semplicemente di diverse scuole di pensiero, più o meno radicali, impegnate a scontrarsi sull’adozione del più probabile

 

Fermare la desertificazione: il recupero delle oasi con tecniche tradizionali

Fermare-desertificazione-aLa desertificazione, secondo i dati forniti dall'UNCCD (Convenzione delle Nazioni Unite Contro la Desertificazione), rappresenta un pericolo per le aree aride, semiaride e secche presenti in tutti i continenti. Minaccia un quarto delle terre del pianeta e oltre 1 miliardo di abitanti nei 100 paesi maggiormente interessati. La situazione più drammatica è quella africana, dove è a rischio il 73% delle terre aride coltivate. La cattiva notizia,

 

Le oasi: esplosione di vitalità nel deserto, espressione di sostenibilità, esempio di virtù del passato

Oasi-aOggi l’idea che le oasi siano un ecosistema creato dall’uomo è accettato dalla maggior parte degli studiosi, ma fatica a passare nelle enciclopedie. Il merito di tale scoperta (avvenuta negli anni ’80) è dell’architetto materano Pietro Laureano, al quale l’Algeria si è recentemente affidata per il recupero di oasi (oltre 80), stanziando 5 milioni di euro. Ma il concetto di oasi è in realtà molto più ampio di quanto si pensi, e non riguarda

 

Edifici green per città giardino

Citta-giardinoL’architettura contemporanea ha scelto da tempo di seguire la strada della sostenibilità con progetti ambiziosi e che fino a qualche tempo fa sarebbero stati giudicati al limite dell’utopia. Il primo ad anticipare l’idea di città sostenibile fu Ebenezer Howard, teorico della “Città Giardino” che nel 1902, nel suo libro “Garden Cities of Tomorrow”, immaginava scenari credo molti vicini a ciò che viene proposto oggi: edifici sui quali sembra che la natura

 

Studio di valutazione dell’efficienza energetica

Valutazione-efficienza-energeticaLo studio di valutazione di efficienza energetica ERSE s.p.a. (Enea - Ricerca sul Sistema Elettrico S.p.A., ex CESI, che collabora con Università ed Enti di ricerca, in questo caso con Confindustria) dal titolo “Analisi di profittabilità dell’investimento di acquisto di Tecnologie Efficienti nel settore Residenziale, Industriale e dei Trasporti” intende confrontare alcuni tra i più diffusi interventi di efficientamento energetico nel settore privato domestico

 

PAHSS, sistema passivo di accumulo termico del calore

Pahss-sistema-passivo-accumulo-termico-caloreAvete mai sentito parlare di PAHSS? E’ un termine anglosassone per definire un "sistema passivo di accumulo termico del calore", un sistema che senza l'aiuto di alcuna tecnologia ha intrinseca la capacità di accumulare energia termica e di rilasciarla più o meno rapidamente ad un altro corpo. Tutte le tecniche di riscaldamento solare sono sistemi di accumulo dell’energia del sole in una sostanza che mantiene il calore fino a quando

 
Pagina 10 di 21

Iscriviti e riceverai un omaggio!

Scrivi per Architettura Ecosostenibile!

hansgrohe-teaser

Axor Hansgrohe produce il primo miscelatore che consuma solo...

Il miscelatore Axor Starck Organic stabilisce un nuovo standard di consumo a 3,5 litri al minuto grazie al particolare diffusore: una vera e propria micro-doccia con 90 ugelli capaci di dare corpo e piacevolezza anche a un flusso d'acqua minimo.

In evidenza Mobilita' sostenibile

In evidenza Materiali sostenibili

Il diario del progetto italiano Rhome for DenCity per il Solar Decathlon 2014

Foster su ArchitetturaEcosostenibile.it
Foster su ArchitetturaEcosostenibile.it
Arup su ArchitetturaEcosostenibile.it
Shigeru Ban su ArchitetturaEcosostenibile.it
Renzo Piano su ArchitetturaEcosostenibile.it
Banner

In evidenza Architettura Sostenibile

In evidenza Architettura Sostenibile

Interni di Architetture sostenibili


Aggiornati via email

Ricevi gratuitamente i nostri articoli
Inserisci la tua email

Social Life

Architettura Ecosostenibile su Google Plus Architettura Ecosostenibile su Facebook Architettura Ecosostenibile su Twitter Architettura Ecosostenibile su LinkedIn

 

I volantini online non emettono Co2